Allergan Relestat Collirio Flacone 5ML 0,5mg/ml

Prezzo Parafarmacia.it  € 18,50
Allergan Relestat Collirio è un trattamento sintomatico della congiuntivite allergica stagionale.
Codice Minsan 036028013
Brand: Allergan
Stock: Ultimi pezzi!

Ci teniamo ai tuoi prodotti

PRINCIPI ATTIVI

1 ml di collirio, soluzione, contiene 0,5 mg di epinastina cloridrato. (equivalente a 0,436 mg di epinastina) Eccipiente(i) con effetti noti: benzalconio cloruro 0,1 mg/ml e fosfati 4,75 mg/ml. Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

ECCIPIENTI

Benzalconio cloruro, disodio edetato, sodio cloruro, sodio fosfato monobasico diidrato, sodio idrossido /acido cloridrico (per aggiustare il pH), acqua depurata.

INDICAZIONI

Allergan Relestat Collirio è un trattamento sintomatico della congiuntivite allergica stagionale.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.

POSOLOGIA

Posologia: negli adulti la dose raccomandata e' di una goccia instillata in ciascun occhio affetto due volte al giorno, durante la fase sintomatica. Non sono disponibili dati da studi clinici sull'uso di Relestat per periodi superiori a 8 settimane. Persone anziane Relestat non e' stato studiato nelle persone anziane. Dati post-marketing sulla sicurezza di epinastina cloridrato in compresse (somministrate una volta al giorno fino ad un dosaggio di 20 mg) hanno indicato che non ci sonoparticolari problemi di sicurezza nelle persone anziane rispetto ai pazienti adulti. Per questo motivo, non si considera necessario alcun aggiustamento posologico. Popolazione pediatrica: la sicurezza e l'efficacia nei bambini di eta' >= 12 anni e' stata stabilita in studi clinici. Relestat puo' essere usato negli adolescenti (dai 12 anni in su) alla stessa posologia utilizzata per gli adulti. La sicurezza e l'efficacia di Relestat nei bambini di eta' inferiore ai 3 anni non e' stata stabilita. Non ci sono dati disponibili. Ci sono dati limitati sulla sicurezza in bambini dai 3 ai 12 anni di eta', descritti nel paragrafo 5.1. Pazienti con compromissione epatica: l'uso di Relestat non e' stato studiato in pazienti con compromissione epatica. Dati post-marketing sulla sicurezza di epinastina cloridrato in compresse (somministrateuna volta al giorno fino ad un dosaggio di 20 mg) hanno indicato una maggiore incidenza di reazioni avverse in questo gruppo di pazienti rispetto a pazienti adulti senza compromissione epatica. La dose giornaliera di una compressa di epinastina cloridrato da 10 mg e' piu' di 100volte superiore alla dose giornaliera di Relestat consigliata. Inoltre, il metabolismo dell'epinastina e' minimo nell'uomo (<10%). Per questo motivo, non si considera necessario alcun aggiustamento posologico.Pazienti con danno renale: l'uso di Relestat non e' stato studiato inpazienti con danno renale. Dati post-marketing sulla sicurezza di epinastina cloridrato in compresse (somministrate una volta al giorno fino ad un dosaggio di 20 mg) non hanno indicato la presenza di particolari problemi di sicurezza nei pazienti con compromissione renale. Per questo motivo, non si considera necessario alcun aggiustamento posologico. Modo di somministrazione. Relestat e' per esclusivo uso topico oftalmico. Per evitare di contaminare l'occhio o il collirio la punta delcontagocce non deve venire a contatto con alcuna superficie. Nel casodi uso di piu' prodotti topici oftalmici, i diversi farmaci devono essere somministrati ad almeno 10 minuti di distanza l'uno dall'altro.

CONSERVAZIONE

Tenere il flacone all'interno della scatola, in modo da proteggere ilprodotto dalla luce. Conservare a temperatura non superiore ai 25 gradi C.

AVVERTENZE

Relestat e' esclusivamente per uso topico oftalmico e non per uso iniettabile o orale. Eccipienti: il Benzalconio cloruro e' comunemente utilizzato nei prodotti oftalmici come conservante; raramente sono statiriportati casi di cheratite puntata e/o cheratopatia ulcerativa tossica. Il Benzalconio cloruro puo' essere assorbito dalle lenti a contatto morbide e causarne la decolorazione: i pazienti devono essere quindiinformati di aspettare almeno 15 minuti dopo la somministrazione di Relestat prima di applicare le lenti a contatto. Relestat non deve essere somministrato mentre si portano le lenti a contatto. Relestat contiene anche fosfati. Molto raramente sono stati riportati casi di calcificazione della cornea associati all'uso di colliri contenenti fosfati in pazienti con cornea significativamente danneggiata (vedere paragrafo 4.8).

INTERAZIONI

Non sono stati effettuati studi di interazione. Date le bassissime concentrazioni sistemiche di epinastina relative al dosaggio oculare, nell'uomo non sono previste interazioni tra Relestat ed altri farmaci. Inoltre, nell'uomo l'epinastina e' eliminata prevalentemente in forma non modificata indicando un basso livello di metabolismo.

EFFETTI INDESIDERATI

Riassunto del profilo di sicurezza: nel corso di sperimentazioni cliniche, l'incidenza complessiva degli effetti collaterali collegabili all'utilizzo di Relestat e' risultata inferiore al 10%. Non sono stati segnalati casi di effetti collaterali gravi. Nella maggior parte dei casi si e' trattato di disturbi oculari lievi. L'effetto collaterale piu' comune segnalato e' stata la sensazione di bruciore all'occhio (prevalentemente di lieve entita'); tutti gli altri effetti collaterali sono stati poco comuni. Reazioni avverse. All'interno di ciascuna classe di frequenza, gli effetti indesiderati sono riportati in accordo alla Classificazione per sistemi e organi in ordine decrescente di gravita'. Le seguenti terminologie sono state impiegate con lo scopo di classificare la comparsa degli effetti indesiderati: Molto comune (>= 1/10);comune (>=1/100 a <1/10); non comune (>=1/1000 a <1/100); raro (>=1/10000 a <1/1000); molto raro (<1/10000), non nota (non puo' essere valutata dai dati disponibili). Gli effetti collaterali riportati di seguito sono stati segnalati nel corso di sperimentazioni cliniche condottecon Relestat. Patologie del sistema nervoso. Non comune: mal di testa. Patologie dell'occhio. Comune: sensazione di bruciore, irritazione oculare; non comune: iperemia congiuntivale/oculare, secrezione oculare, secchezza oculare, prurito oculare, disordini visivi. Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche. Non comune: asma, irritazione nasale, rinite. Patologie gastrointestinali. Non comune: disgeusia. Durante l'uso post- marketing di epinastina sono state riportate le seguenti reazioni avverse nella pratica clinica. Disturbi del sistema immunitario. Non nota: reazione da ipersensibilità inclusi sintomi o segni diallergia oculare e reazioni allergiche extraoculari, inclusi angioedema, eruzione cutanea e arrossamento. Patologie dell'occhio. Non nota: lacrimazione aumentata, dolore oculare, tumefazione degli occhi, edemadelle palpebre. Popolazione pediatrica. La frequenza, la tipologia e la gravita' delle reazioni avverse negli adolescenti di eta' >= 12 anni sono le stesse previste negli adulti. Sussiste una limitata esperienza nei bambini di eta' tra i 3 e i 12 anni relativamente alla frequenza, la tipologia e la gravita' delle reazioni avverse. Reazioni avverseriportate con i colliri contenenti fosfati Molto raramente, in pazienti con grave compromissione della cornea, sono stati riportati casi dicalcificazione corneale associata all'utilizzo di colliri contenenti fosfato (vedere paragrafo 4.4) Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari e' richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Gravidanza: dati su un numero limitato (11) di donne in gravidanza indicano che non ci sono effetti avversi relativi all'uso di epinastina in gravidanza o sulla salute del feto/neonato. Fino ad oggi, non sono disponibili altri rilevanti dati epidemiologici. Studi condotti su animali non hanno indicato effetti dannosi, diretti o indiretti, in relazione alla gravidanza, allo sviluppo embrionale/fetale, al parto o allosviluppo postnatale (vedi paragrafo 5.3). La prescrizione del farmacoa donne in stato di gravidanza deve essere fatta con cautela. Allattamento: l'epinastina e' escreta nel latte di ratti ma non si sa se e' escreta nel latte umano. Data la scarsa esperienza, la prescrizione delmedicinale a donne in allattamento deve essere effettuata con cautela. Fertilita': non ci sono dati adeguati provenienti dall'uso di epinastina sulla fertilita' nell'uomo.

Vedi la nostra certificazione rilasciata dal Ministero della Salute

Tutti i prezzi includono l'IVA - Segnala informazioni inesatte  - Informativa

PRINCIPI ATTIVI

1 ml di collirio, soluzione, contiene 0,5 mg di epinastina cloridrato. (equivalente a 0,436 mg di epinastina) Eccipiente(i) con effetti noti: benzalconio cloruro 0,1 mg/ml e fosfati 4,75 mg/ml. Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

ECCIPIENTI

Benzalconio cloruro, disodio edetato, sodio cloruro, sodio fosfato monobasico diidrato, sodio idrossido /acido cloridrico (per aggiustare il pH), acqua depurata.

INDICAZIONI

Allergan Relestat Collirio è un trattamento sintomatico della congiuntivite allergica stagionale.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.

POSOLOGIA

Posologia: negli adulti la dose raccomandata e' di una goccia instillata in ciascun occhio affetto due volte al giorno, durante la fase sintomatica. Non sono disponibili dati da studi clinici sull'uso di Relestat per periodi superiori a 8 settimane. Persone anziane Relestat non e' stato studiato nelle persone anziane. Dati post-marketing sulla sicurezza di epinastina cloridrato in compresse (somministrate una volta al giorno fino ad un dosaggio di 20 mg) hanno indicato che non ci sonoparticolari problemi di sicurezza nelle persone anziane rispetto ai pazienti adulti. Per questo motivo, non si considera necessario alcun aggiustamento posologico. Popolazione pediatrica: la sicurezza e l'efficacia nei bambini di eta' >= 12 anni e' stata stabilita in studi clinici. Relestat puo' essere usato negli adolescenti (dai 12 anni in su) alla stessa posologia utilizzata per gli adulti. La sicurezza e l'efficacia di Relestat nei bambini di eta' inferiore ai 3 anni non e' stata stabilita. Non ci sono dati disponibili. Ci sono dati limitati sulla sicurezza in bambini dai 3 ai 12 anni di eta', descritti nel paragrafo 5.1. Pazienti con compromissione epatica: l'uso di Relestat non e' stato studiato in pazienti con compromissione epatica. Dati post-marketing sulla sicurezza di epinastina cloridrato in compresse (somministrateuna volta al giorno fino ad un dosaggio di 20 mg) hanno indicato una maggiore incidenza di reazioni avverse in questo gruppo di pazienti rispetto a pazienti adulti senza compromissione epatica. La dose giornaliera di una compressa di epinastina cloridrato da 10 mg e' piu' di 100volte superiore alla dose giornaliera di Relestat consigliata. Inoltre, il metabolismo dell'epinastina e' minimo nell'uomo (<10%). Per questo motivo, non si considera necessario alcun aggiustamento posologico.Pazienti con danno renale: l'uso di Relestat non e' stato studiato inpazienti con danno renale. Dati post-marketing sulla sicurezza di epinastina cloridrato in compresse (somministrate una volta al giorno fino ad un dosaggio di 20 mg) non hanno indicato la presenza di particolari problemi di sicurezza nei pazienti con compromissione renale. Per questo motivo, non si considera necessario alcun aggiustamento posologico. Modo di somministrazione. Relestat e' per esclusivo uso topico oftalmico. Per evitare di contaminare l'occhio o il collirio la punta delcontagocce non deve venire a contatto con alcuna superficie. Nel casodi uso di piu' prodotti topici oftalmici, i diversi farmaci devono essere somministrati ad almeno 10 minuti di distanza l'uno dall'altro.

CONSERVAZIONE

Tenere il flacone all'interno della scatola, in modo da proteggere ilprodotto dalla luce. Conservare a temperatura non superiore ai 25 gradi C.

AVVERTENZE

Relestat e' esclusivamente per uso topico oftalmico e non per uso iniettabile o orale. Eccipienti: il Benzalconio cloruro e' comunemente utilizzato nei prodotti oftalmici come conservante; raramente sono statiriportati casi di cheratite puntata e/o cheratopatia ulcerativa tossica. Il Benzalconio cloruro puo' essere assorbito dalle lenti a contatto morbide e causarne la decolorazione: i pazienti devono essere quindiinformati di aspettare almeno 15 minuti dopo la somministrazione di Relestat prima di applicare le lenti a contatto. Relestat non deve essere somministrato mentre si portano le lenti a contatto. Relestat contiene anche fosfati. Molto raramente sono stati riportati casi di calcificazione della cornea associati all'uso di colliri contenenti fosfati in pazienti con cornea significativamente danneggiata (vedere paragrafo 4.8).

INTERAZIONI

Non sono stati effettuati studi di interazione. Date le bassissime concentrazioni sistemiche di epinastina relative al dosaggio oculare, nell'uomo non sono previste interazioni tra Relestat ed altri farmaci. Inoltre, nell'uomo l'epinastina e' eliminata prevalentemente in forma non modificata indicando un basso livello di metabolismo.

EFFETTI INDESIDERATI

Riassunto del profilo di sicurezza: nel corso di sperimentazioni cliniche, l'incidenza complessiva degli effetti collaterali collegabili all'utilizzo di Relestat e' risultata inferiore al 10%. Non sono stati segnalati casi di effetti collaterali gravi. Nella maggior parte dei casi si e' trattato di disturbi oculari lievi. L'effetto collaterale piu' comune segnalato e' stata la sensazione di bruciore all'occhio (prevalentemente di lieve entita'); tutti gli altri effetti collaterali sono stati poco comuni. Reazioni avverse. All'interno di ciascuna classe di frequenza, gli effetti indesiderati sono riportati in accordo alla Classificazione per sistemi e organi in ordine decrescente di gravita'. Le seguenti terminologie sono state impiegate con lo scopo di classificare la comparsa degli effetti indesiderati: Molto comune (>= 1/10);comune (>=1/100 a <1/10); non comune (>=1/1000 a <1/100); raro (>=1/10000 a <1/1000); molto raro (<1/10000), non nota (non puo' essere valutata dai dati disponibili). Gli effetti collaterali riportati di seguito sono stati segnalati nel corso di sperimentazioni cliniche condottecon Relestat. Patologie del sistema nervoso. Non comune: mal di testa. Patologie dell'occhio. Comune: sensazione di bruciore, irritazione oculare; non comune: iperemia congiuntivale/oculare, secrezione oculare, secchezza oculare, prurito oculare, disordini visivi. Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche. Non comune: asma, irritazione nasale, rinite. Patologie gastrointestinali. Non comune: disgeusia. Durante l'uso post- marketing di epinastina sono state riportate le seguenti reazioni avverse nella pratica clinica. Disturbi del sistema immunitario. Non nota: reazione da ipersensibilità inclusi sintomi o segni diallergia oculare e reazioni allergiche extraoculari, inclusi angioedema, eruzione cutanea e arrossamento. Patologie dell'occhio. Non nota: lacrimazione aumentata, dolore oculare, tumefazione degli occhi, edemadelle palpebre. Popolazione pediatrica. La frequenza, la tipologia e la gravita' delle reazioni avverse negli adolescenti di eta' >= 12 anni sono le stesse previste negli adulti. Sussiste una limitata esperienza nei bambini di eta' tra i 3 e i 12 anni relativamente alla frequenza, la tipologia e la gravita' delle reazioni avverse. Reazioni avverseriportate con i colliri contenenti fosfati Molto raramente, in pazienti con grave compromissione della cornea, sono stati riportati casi dicalcificazione corneale associata all'utilizzo di colliri contenenti fosfato (vedere paragrafo 4.4) Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari e' richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Gravidanza: dati su un numero limitato (11) di donne in gravidanza indicano che non ci sono effetti avversi relativi all'uso di epinastina in gravidanza o sulla salute del feto/neonato. Fino ad oggi, non sono disponibili altri rilevanti dati epidemiologici. Studi condotti su animali non hanno indicato effetti dannosi, diretti o indiretti, in relazione alla gravidanza, allo sviluppo embrionale/fetale, al parto o allosviluppo postnatale (vedi paragrafo 5.3). La prescrizione del farmacoa donne in stato di gravidanza deve essere fatta con cautela. Allattamento: l'epinastina e' escreta nel latte di ratti ma non si sa se e' escreta nel latte umano. Data la scarsa esperienza, la prescrizione delmedicinale a donne in allattamento deve essere effettuata con cautela. Fertilita': non ci sono dati adeguati provenienti dall'uso di epinastina sulla fertilita' nell'uomo.

Vedi la nostra certificazione rilasciata dal Ministero della Salute

Tutti i prezzi includono l'IVA - Segnala informazioni inesatte  - Informativa

Specifiche
Disponibile Si
Detraibile Da Privato Con CodiceFiscale
Backorder
Vuoi lasciare la tua recensione?
  • Occorre fare il login per scrivere la tua recensione
  • 1 Stella
  • 5 Stelle

Spedizioni tramite corriere espresso BRT, GLS o SDA. La consegna è prevista entro 24/48 ore successive all'evasione dell'ordine (esclusi sabato e festivi).
Per alcune aree la consegna avviene in 72 ore. La spedizione in Italia è gratuita per ordini a partire da 25,90€ altrimenti è di 3,99€.

L'eventuale contrassegno prevede un costo aggiuntivo di 3,90€.
Specifiche
Disponibile Si
Detraibile Da Privato Con CodiceFiscale
Backorder